fbpx

David e Caravaggio. La crudeltà della natura, il profumo dell’ideale

David e Caravaggio. La crudeltà della natura, il profumo dell’ideale

Apre al pubblico dal 5 dicembre 2019 al 19 aprile 2020 alle Gallerie d’Italia– Palazzo Zevallos Stigliano la mostra-dossier David e Caravaggio. La crudeltà della natura, il profumo dell’ideale che indaga un tema interessante per la storia della critica perché ricostruisce un periodo poco noto della fortuna del Merisi.

In particolare, l’occasione di questa mostra nasce dalla presenza nella basilica reale pontificia di San Francesco di Paola a Napoli di una copia molto fedele e delle stesse dimensioni dell’originale, di uno dei maggiori capolavori di Caravaggio, la Deposizione nel sepolcro, in origine nella chiesa di Santa Maria in Vallicella a Roma e oggi ai Musei Vaticani.

Tali circostanze offrono l’opportunità di ripercorrere la fortuna di questo capolavoro in un momento in cui Merisi, pur non godendo di considerazione da parte della storiografia artistica e della critica, catturava invece l’attenzione dei pittori francesi che in età neoclassica soggiornavano a Roma per un periodo di formazione. Tra questi, ha avuto un peso decisivo Jacques-Louis David.

Orario: 10.00-19.00 (da martedì a venerdì); 10.00-20.00 (sabato e domenica)

Giorni di chiusura: lunedì

Dettagli evento